Leiji Matsumoto

wof_Matsumoto

Leiji Matsumoto (25 gennaio 1938), fumettista e animatore è diventato famoso per aver lavorato nel 1974 a ‘La corazzata Yamato’ ma è con la creazione delle amatissime serie di ‘Capitan Harlock’ e ‘Galaxy Express 999’, entrambe del 1977, che Matsumoto è stato consacrato come uno dei più importanti artisti del Giappone e non solo. Akira Matsumoto, questo il vero nome del ‘sensei’ (maestro) giapponese, ha debuttato nel 1954 quando era ancora uno studente del liceo, vincendo il primo premio a un concorso per il suo lavoro ‘Le avventure di un’ape’ (‘Mitsubachi no Bouken’). Inizia a lavorare sugli Shojusha Manga, pubblicati su riviste femminili, con i quali attira l’attenzione del grande pubblico. Passa in seguito a serie per ragazzi, specializzandosi in quelle di fantascienza che lo hanno reso celebre, caratterizzate dal suo tratto più attento alle suggestioni che al realismo. Tra i suoi capolavori vanno segnalati i pluripremiati ‘Otoko Oidon’, ‘Galaxy Express 999’ e ‘La corazzata Yamato’. Nel 1979 esce la versione anime di ‘Galaxy Express 999’, campione d’incassi di quell’anno al botteghino. Ma il sensei è conosciuto e apprezzato nel mondo, soprattutto in Italia e Francia oltre che in Giappone, per la saga di ‘Capitan Harlock’. Ha ricevuto tutti i principali premi e onorificenze nel mondo, tra cui la Purple Medal of Honour in Giappone e l’Ordre des Arts et des Lettres in Francia. Tra le sue varie attività odierne, è professore di Contenuti Multimediali alla Takarazuka University e visiting professor alla Sangro University di Kyoto.